Il primo volo di Jeff Bezos nello Spazio

Era il 20 luglio 1969 quando, in diretta televisiva mondiale, nel mettere il primo piede sulla superficie della Luna Armstrong commentò l’evento come “un piccolo passo per [un] uomo, un grande balzo per l’umanità“. Fu la prima volta che degli esseri umani sbarcarono sul suolo lunare mentre il mondo intero, col fiato sospeso, era consapevole che quel giorno sarebbe diventato storico.
Oggi, sempre il 20 luglio ma 52 anni dopo, l’umanità ha fatto un altro balzo. Una navicella della compagnia Blue Origin, la New Shepard di Jeff Bezos, l’uomo più ricco del mondo (fondatore di Amazon) ha portato nello spazio, a 106km di altitudine 6 persone, quattro turisti e due piloti (Bezos e fratello), battezzando di fatto il 2021 come l’anno dell’inizio del turismo spaziale.
Già perché 10 giorni fa un altro paperon de’ paperoni, Richard Branson (patron della Virgin) era riuscito nell’impresa di essere il primo turista spaziale, anche se tecnicamente, con la sua Virgin Galactic non aveva raggiunto i fatidici 100km che sanciscono lo spazio.
Ancora siamo all’inizio e il costo per i viaggi spaziali è ancora esorbitante ma di certo possiamo affermare che qualcosa è cambiato. Per sempre.
Per adesso, ma solo per adesso è tutto, vi do appuntamento al prossimo articolo.

Condividi o contatta su:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*