30 anni fa nasceva il Web, ma che differenza c’è con Internet?

Oggi festeggiamo una data importante: la nascita del Web. Il 12 marzo 1989 infatti Tim Berners-Lee ha inventato il World Wide Web (generalmente chiamato solo Web, se volete saperne di più leggete l’articolo dello scorso mese). Nonostante siano trascorsi 30 anni spesso confondiamo Internet col Web. Cercherò di spiegare la differenza in modo semplice.

Internet: è un sistema globale di reti (private, pubbliche, aziendali, universitarie e commerciali) di computer interconnessi che scambiano i dati utilizzando lo standard TCP/IP. In soldoni è l’infrastruttura tecnologica dove viaggiano i dati (lo possiamo immaginare come i binari della rete ferroviaria).

Web: è uno dei servizi Internet che permette il trasferimento e la visualizzazione dei dati, sotto forma di ipertesto. In pratica è tutto ciò che normalmente vediamo sul nostro browser (Chrome, Internet Explorer, Opera,…). Tornando all’esempio della ferrovia possiamo associarlo al treno.

Oltre al web esistono altri servizi internet come ad esempio la posta elettronica o i trasferimenti FTP. Quindi quando guardiamo una pagina su Repubblica.it attraverso Chrome si sta utilizzando il Web, quando scarichiamo la posta elettronica sul computer, non utilizziamo il web ma un altro servizio internet.

Mentre il Web è stato inventato “soltanto” 30 anni fa, la nascita di Internet si può ricondurre al 1960 quando, durante la guerra fredda, il Ministero della Difesa degli Stati Uniti creò il progetto ARPA per realizzare una rete di comunicazione per collegare posti geograficamente lontani. Con il passare del tempo ARPA riuscì a collegare tra loro quattro Università con l’aiuto di un computer e di una linea telefonica: questa piccola rete di comunicazione fu chiamata ARPANET e da lì tutto ha avuto inizio.

Approfondimento: cosa è il protocollo standard TCP/IP?
Per scambiarsi dei dati due computer connessi in rete devono essere identificati da un indirizzo, un po’ come avviene quando dobbiamo spedire una cartolina e scriviamo città, via, numero e CAP. Sulle reti Internet questo avviene tramite un indirizzo I.P. (Internet Protocol), rappresentato da un numero. Per le lettere cartacee lo smistamento e la consegna viene fatto dalle Poste, in Internet ci pensa il T.C.P. (Transfer Control Protocol, protocollo di controllo delle trasmissioni). Ecco perché “protocollo TCP/IP”.

Per ora è tutto, al prossimo articolo!

Condividi o contatta su:

1 Commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*