Amazon: dopo la GDO, farmacie e streaming video ora entra anche nel settore immobiliare

Come promesso parliamo di Amazon e del suo ingresso nel mercato immobiliare con l’acquisizione di Plant Prefab, una startup californiana che costruisce case prefabbricate. E’ già molto tempo che Amazon ha iniziato un processo di diversificazione del suo core business, dopo aver rivoluzionato il settore dei supermercati acquistando la catena Whole Foods, avere messo piede nel settore delle farmacie acquistando quella online PillPack, dopo essersi fatto strada anche nello streaming di video sfidando Netflix, ora, come detto, si dà alle case.

Plant Prefab

L’azienda californiana costruisce case prefabbricate, sostenibili, personalizzate e a basso costo. Dal loro sito si legge che i tempi per avere una casa sono davvero rapidi perché la casa arriva al sito al 90% completa e l’installazione viene in genere completata in un giorno.
L’idea di Jeff Bezos e compagni non è solo quella di vendere case, anzi, l’obiettivo fondamentale è aumentare i modi per vendere i suoi dispostivi per la casa intelligente e connessa. In seguito alla nascita dell’assistente virtuale Alexa nel 2015, Amazon ha investito molto sugli oggetti intelligenti e ne ha sfornati a decine, prese, elettrodomestici, dispositivi per la sicurezza e videosorveglianza. Ma tutto ciò a che pro? Presto detto, il mercato della domotica è un mercato che, secondo alcune stime, varrà 53 miliardi di dollari entro il 2022! Staremo a vedere, per adesso, ma solo per adesso, è tutto.

Condividi o contatta su:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*