Fibra: la mappa aggiornata della banda ultralarga di internet fino al tuo civico

Il sito bandaultralarga.italia.it del Ministero dello Sviluppo Economico ha aggiornato la mappatura delle aree coperte da una connessione di banda ultralarga (o Fibra), ossia una velocità di almeno 30Mbit/s. Questo consente ora di poter consultare direttamente sul sito la copertura o l’obiettivo di copertura del proprio numero civico.

Gli obiettivi europei per i 100 megabit

L’obiettivo del Governo è quello di portare una connessione di banda ultralarga a 100Mbit/s nelle case italiane secondo queste tempistiche:

  • 2017 al 42,6% delle unità immobiliari italiane.
  • 2018 al 62,5%
  • 2019 al 79,1%
  • 2020 al 85,0%

Nel 2020 il 100% delle case dovrebbe comunque avere una connessione di almeno 30Mbit/s.

L’intervento dello Stato per raggiungere gli obiettivi variano in base alla presenza degli operatori in quel dato territorio. Sono state individuate zone con più operatori, 1 solo operatore o nessuno chiamate rispettivamente aree nere, grigie e bianche.

Aiuti di Stato nelle aree bianche, grigie e nere

Le aree bianche sono le zone in cui le infrastrutture per la fibra sono inesistenti e nelle quali è poco probabile che le stesse saranno sviluppate nel prossimo futuro. L’intervento consiste nel costruire una rete di proprietà pubblica che verrà messa a disposizione di tutti gli operatori che vorranno attivare servizi verso cittadini ed imprese.

Le aree grigie sono quelle in cui è presente un unico operatore di rete ed è improbabile che nel prossimo futuro sia installata un’altra rete. Nelle aree grigie si rende necessaria un’analisi più dettagliata per verificare se gli aiuti di Stato siano necessari, perché l’intervento pubblico comporta un rischio elevato di spiazzare gli investitori esistenti e falsare la concorrenza.

Le aree nere sono quelle in cui operano oppure opereranno nel prossimo futuro almeno due diversi fornitori di servizi di rete a banda ultralarga e la fornitura avviene in condizioni di concorrenza. Qui gli aiuti statali non dovrebbero esserci.

Situazione attuale

L’ultima consultazione pubblica del 2017 per l’aggiornamento della mappatura delle aree grigie e nere ha consentito di recuperare informazioni relative ad oltre 19 milioni di civici in cui risultano presenti 25,5 milioni di unità immobiliari. Di seguito la situazione al 2017 e quella prevista a fine 2018 della diffusione della banda ultralarga in Italia (rispettivamente 52,4% e 71,2%).

Buona navigazione a tutti e a presto!

Condividi o contatta su:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*