ZTL Radar: l’app che mostra le ZTL sul navigatore

Oggi vi parlo di “ZTL Radar”, un’applicazione che ci permette di evitare le multe per l’ingresso nelle Zone a Traffico Limitato (ZTL).
Al momento il servizio è disponibile solo per i dispositivi Android e sono coperti 251 comuni italiani tra i quali Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catania e Venezia. In realtà più che una vera e propria app si comporta come un’espansione di Google Maps, Waze ed altri navigatori senza che sia necessario lanciare ogni volta l’applicazione ZTL Radar. Inoltre sono supportati anche i navigatori offline come Maps.me e OsmAnd.

Vediamo il funzionamento.

Dopo aver scaricato e installato ZTL Radar possiamo aprire l’app e attivare “l’Autoplay” con il nostro navigatore preferito (ad esempio Google Maps) fornendo l’autorizzazione necessaria. Così facendo ZTL Radar si avvierà in automatico con Google Maps.

Da ora in poi sarà sufficiente aprire il navigatore e vedremo comparire sullo schermo un piccolo widget flottante a forma di emoji sorridente.

Una volta che ci avviciniamo alla ZTL, l’applicazione ti avvisa in anticipo ed invia una notifica sonora al tuo navigatore. Si apre anche una piccola finestra che evidenzia in rosa la zona a traffico limitato con l’emoji che ha cambiato espressione.

È possibile impostare il tipo di suoneria, il volume e la distanza dalla ZTL (di default ci sono 300 metri).

ZTL Radar riconosce/considera gli orari di funzionamento delle telecamere ZTL delle principali città ma non per tutti i comuni. In ogni caso vi consiglio, una volta che siete vicini ad una ZTL, di prestare la massima attenzione ai vari cartelli stradali o telecamere.

L’applicazione è completamente gratuita, se volete provarla vi basta cliccare qui per collegarvi alla pagina corrispondente di Google Play. Per ora è tutto, vi do appuntamento al prossimo articolo!

Condividi o contatta su:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*