Samsung Galaxy X: tre schermi pieghevoli per l’ultima rivoluzione hardware degli smartphone.

A gennaio, durante il CES 2018 di Las Vegas, Samsung aveva presentato ad un gruppo ristretto di giornalisti vari prototipi di dispositivi con rivoluzionari schermi pieghevoli. Da allora non si è saputo più nulla.
Questo fino a poche ore fa quando il sito coreano The Bell (famoso per le anteprime tecnologiche) ha dato la notizia che Samsung metterà in commercio il primo dispositivo con schermo pieghevole della storia: lo smartphone Galaxy X che incorporerà non uno, non due, ma tre schermi!
In pratica il Galaxy X avrà due pannelli OLED da 3,5 pollici sul lato frontale che si aprono per creare un tablet da 7 pollici (solo 0,9 pollici più piccolo di un iPad Mini). Mentre un terzo pannello da 3,5 pollici sarà montato sul retro del telefono in modo che il dispositivo possa essere utilizzato quando è ripiegato dalla modalità tablet.
Ancora non ci sono fotografie e non sappiamo neppure quando avverrà l’uscita anche se è probabile che verso la fine del 2018 ci sarà un primo lancio pilota di qualche migliaio di Galaxy X, confermato dalla fabbrica che produce i display. (L’immagine di copertina è solo un’ipotesi di come potrebbe apparire)

Una curiosità
Samsung era in possesso della tecnologia degli schermi pieghevoli già nel 2014 e allora perché ha aspettato tutti questi anni prima di commercializzarla?
Secondo alcune fonti autorevoli il motivo è stato quello di sfruttare al massimo la vendita della vecchia tecnologia e tenersi questa innovazione per i periodi di saturazione di mercato delle vendite.

Sempre secondo The Bell, Samsung è convinta che l’introduzione degli schermi pieghevoli darà una svolta innovativa nel mondo degli smartphone ma che sarà anche l’ultimo cambiamento hardware possibile.

Sarà davvero così? Con questo interrogativo vi saluto e tranquilli… Vi terrò aggiornati sugli sviluppi!

Condividi o contatta su:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*